Servizi Immigrazione

Centro di Accoglienza Speciale per nuclei familiari migranti

Di fronte al rinnovato flusso migratorio proveniente dal Nord Africa, AIBC si propone con un servizio di accoglienza rivolto a cittadini stranieri richiedenti protezione internazionali, nella sola esclusività di nuclei familiari con minori (anche nuclei monoparentali e donne in stato di gravidanza) e donne sole, mettendo a disposizione spazi adeguati ed il suo stile di attenzione alle persone, alle famiglie e ai loro figli. L’immobile è una villetta ubicata a Vizzolo Predabissi (provincia di Milano) e può ospitare fino ad un massimo di 8 nuclei, per un totale di 20 posti, dedicando così ad ogni nucleo una camera destinata ad uso personale per sé e per il/i proprio/i figlio/i. La struttura si trova in un luogo facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e tale da permettere la partecipazione delle persone accolte alla vita sociale del territorio in autonomia, in un’ottica di integrazione sociale.

Al momento dell’inserimento dell’ospite in struttura, il direttore attraverso l’ausilio del mediatore linguistico/culturale, dà un orientamento generale sulle regole comportamentali della struttura e la relativa organizzazione degli spazi, dei tempi e le peculiarità del percorso di accoglienza.

Il Centro mette a disposizione uno spazio attrezzato a lavanderia dove gli ospiti possono provvedere con l’aiuto del personale educativo a lavare il proprio abbigliamento e i propri effetti letterecci.

La struttura di accoglienza fornisce effetti letterecci ad utilizzo personale (materasso, cuscino, lenzuola, federe e coperte), che sono periodicamente cambiati a seconda di un calendario o in qualsiasi caso ce ne fosse la necessità. Vengono forniti anche capi di vestiario adeguati alla stagione, al momento dell’accoglienza e garantendone il rinnovo nel rispetto del clima delle stagioni e della dignità della persona

Servizi per il tutoring e  la facilitazione linguistica a scuola

Il servizio vuole facilitare l’inserimento del minore nel contesto scolastico attraverso l’apprendimento della lingua italiana. Il minore pur avendo notevoli capacità e potenzialità si trova limitato nelle sue possibilità proprio a causa della sua difficoltà linguistica, che può creargli disagi nel rendimento scolastico e talvolta nell’integrazione.

ll tutor, sulla base del progetto educativo concordato in sede di valutazione iniziale, segue i minori singolarmente presso il plesso scolastico, per un percorso volto a sostenere, favorire ed approfondire l’apprendimento della lingua italiana. Favorisce l’acquisizione di autonomia da parte del minore attraverso attività che incentivino lo sviluppo di una buona autostima e immagine di sé, indispensabili per ottenere successo, realizzazione scolastica e personale